Progettazione giardini

Ristrutturare casa

Inscriviti alla Nostra Newsletter
La tua Email:

Leggi Precedenti

 
Piante da giardino

Realizzazione: siti internet Viterbo

copertina impatiens

Impatiens:
Vi presentiamo la nostra nuova collezione IMPATIENS  contenente un vastissimo assortimento e numerose novità varietali, tra cui le nostre nuove varietà di Impatiens frutto di un attento e accurato lavoro di ricerca e selezione, orientate a soddisfare le esigenze di tutti i coltivatori.


catalogo impatiensScarica il Catalogo Impatiens

coltivazione impatiens nuova guineaConsigli per la coltivazione degli Impatiens

impatiens nuova guinea Visualizza le Impatiens a fioritura medio- precoce

impatiens nuova guineaVisualizza le Impatiens a fioritura precoce


Tipologie di Impatiens da noi consegnati:

TALEA IN ERBA:
indicata per aziende dotate di attrezzature per la radicazione.
TALEA RADICATA 0 3CM - 144 FORI: una buona soluzione per chi non vuole radicare e non spendere molto. Le talee sono tutte ben radìcate e partono velocemente dopo la piantagione.
TALEA RADICATA IN PAPERPOT: Talea ben sviluppata e accestita, ra&ata in cibetto. La carta che riveste il cubetto è biodegradabile permeabile all’acqua e non ostacola la fuoriuscita delle radici Ideale per coltivazione semiforzata.

Consigli Colturali:

DISINFEZIONE DELLA SERRA DI COLTIVAZIONE
Prima di iniziare la coltivazione dell’Impatiens Nuova Guinea è bene disinfettare sia la zona di coltivazione che le attrezzature al fine di eliminare i patogeni presenti. Inoltre è importante rimuovere bene i materiali organici da tutte le superfici, bagnandole accuratamente con
sostanze a base di sali d’ammonio quaternari (consigliamo SANASER alla dose del 1%) e con acido benzoico (consigliamo FLORADES alla dose del 2%) per le disinfezioni contro i virus.
CONSEGNA DELLE PIANTE
Utilizzare materiali completamente nuovi e non recuperati da altre colture. Per il substrato di coltivazione si consiglia una miscela di torba bionda e nera vernalizzata a struttura medio-fine con pH 5,5 - 6,0. L’aggiunta del 10 - 20% d’argilla migliora lo scambio ionico, stabilizzandone il pH nel vaso. E’ bene aggiungere al terriccio un fertilizzante idrosolubile NPK nella misura di 1,5 kg/ m3.
IRRIGAZIONE E CONCIMAZIONE
Consigliamo l’uso di fertirrigazione per subirrigazione o localizzata a goccia. Se vengono utilizzati dei substrati di coltivazione arricchiti di concime, si sconsiglia di fertilizzare per circa due settimane; la fertilizzazione deve iniziare solo quando l’apparato radicale incomincia ad invadere il vaso. Pertanto, consigliamo durante la crescita vegetativa di fertirrigare con un rapporto NPK di 20:10:20 e Calcio alla dose di 1-1,5 g/l; nell’ultima fase aumentare il Potassio diminuendo l’apporto di Fosforo, utilizzando un rapporto 20:5:25 + 2 + Ferro. La conducibilità consigliata è di 1,5-2 mS. L’eccesso di salinità comporta sulle piante una crescita irregolare e ritardata, foglie di colore verde scuro deformate e con punte necrotizzate.(Continua..)

 
  Copyright 2006 - Albani Vincenzo e Ruggieri Italina s.s.a. - Via Fontanatetta 158 00053 Civitavecchia(ROMA)
P.IVA 03879631004 - C.F. 00788840080 - Tel. 0039 0766 568401 – Fax. 0039 0766 560351

Informativa estesa sui cookies